WEEZER: la recensione di “Pacific Daydream” (2017)

NOME

Weezer

GENERE

Rock/Power-pop/Emo-alternative

ESORDIO

Weezer (1994)

ULTIMO ALBUM

Pacific Daydream (2017)

COPERTINA

weezer-pacific-daydream-copertina-foto.jpg

ELENCO CANZONI

Mexican Fender
Beach Boys
Feels Like Summer
Happy Hour
Weekend Woman
QB Blitz
Sweet Mary
Get Right
La Mancha Screwjob
Any Friend of Diane’s

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM


PUNTO DI VISTA

I Weezer sono tornati con il nuovo album di inediti dal titolo Pacific Daydream.

A un anno dall’ultimo The White Album, l’instancabile gruppo di Rivers Cuomo dà alle stampe la dodicesima prova di studio. Per tutti i fan che si aspettavano l’ennesimo omonimo con un colore di rappresentanza si sbagliavano. I Weezer hanno detto basta ai colori: dopo blu, verde, rosso e bianco non ci sarà una nuova prova di studio omonima. Lo avevano detto anche nel 2001, quando uscì The Green Album.

Anticipato dai singoli e video Mexican Fender, Feels Like Summer e Beach Boys, i Weezer sono attualmente impegnati in un tour mondiale e divideranno i palchi a gennaio e febbraio con i Foo Fighters.

Rivers Cuomo, Brian Bell, Scott Shriner e Patrick Wilson negli ultimi 10 anni hanno pubblicato 7 (!!!) album, diventando così la band più prolifica degli ultimi 30 anni. Una fucina di idee a volte anche molto semplici ha dato la possibilità al gruppo californiano di creare riff e ritornelli lì dove nessun altro artista avrebbe saputo cavare un ragno dal buco: Pork and Beans e Thank God For Girls sono gli esempi più lampanti della semplicità del genio di Rivers Cuomo.

Il ‘sogno ad occhi aperti del Pacifico’ non è solo l’album adolescenziale che i Weezer continuano a fare da 25 anni ma è la prova che quello che fanno da 25 anni riesce a divertire il pubblico e loro stessi

Sempre presenti i riff di onesta matrice americana (Mexican Fender), i quattro californiani buttano l’occhio nell’universo del synth, lasciato nelle mani di Brian Bell originale chitarrista del gruppo.

Pacific Daydream è la firma definitiva sul contratto di matrimonio che i Weezer stipulano con la West Coast americana. 10 canzoni di power-pop tipico della parte ovest degli Stati Uniti, molti testi sono ispirati alla tradizione moderna americana e californiana: QB Blitz deriva dal football, La Mancha Screwjob è una citazione del Montreal Screwjob (intrigo del Wrestling per non far vincere il titolo a Bret Hart nel 1997) mentre Beach Boys è Rivers Cuomo che si inginocchia dinanzi al gruppo vocale anni ’60, fonte di ispirazione per tutta la sua carriera.

I Weezer, mostri sacri della musica a livello mondiale, in tanti anni di carriera hanno insegnato alle nuove generazioni di band che non sempre serve andare verso altri lidi per trovare l’ispirazione, a volte basta solo espandere i confini di casa.

“Dividi Et Impera?”
No
“Et dilatavit fines gentis suae”

VOTO: 7

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.