LIAM GALLAGHER: la recensione di “As You Were” (2017)

NOME

Liam Gallagher

GENERE

Rock/Pop/Brit-rock

ESORDIO

As You Were (2017)

ULTIMO ALBUM

As You Were (2017)

COPERTINA

liam-gallagher-as-you-were-release-date-1498231032.jpg

ELENCO CANZONI

Wall Of Glass
Bold
Greedy Soul
Papercrown
For What It’s Worth
When I’m In Need
You Better Run
I Get By
Chinatown
Come Back To Me
Universal Gleam
I’ve All I Need
Doesn’t Have To Be That Way
All My People/Mankind
I Never Wanna Be Like You

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM

 


PUNTO DI VISTA

Liam Gallagher ha pubblicato il 6 ottobre 2017 per Warner Bros Records il suo primo album da solista dal titolo As You Were. Tutti i pezzi sono di Liam Gallagher e prodotti da Greg Kurstin e Dan Grech-Marguerat.

Anticipato dai video di Wall Of Glass, Chinatown e Greedy Soul, il primo album solista della voce di Manchester è ora in tutti i negozi e su tutte le piattaforme digitali.

Sembra ieri che William John Paul Gallagher era nei pub a cercare rissa insieme al fratello Noel, sembra ieri che un gruppetto dei sobborghi di Manchester arrivava alle vette di tutto il mondo, e invece sono passati 8 anni da quando si sono sciolti gli Oasis. Mentre Noel Gallagher si appresta a pubblicare il terzo album solista, suo fratello minore arriva al primo disco dopo due dimenticabili LP con i Beady Eye.

“Come eravate” è uno sguardo al passato in cui il giovane Gallagher, che ha da poco compiuto 45 anni, si specchia e ci mostra come veramente è. Ci sono i luoghi del cuore del giovane mancunian (Chinatown), ricordi di vita (Bold) e un pizzico di cinismo (Greedy Soul) che lo ha sempre contraddistinto. Possiamo affermare che i Beady Eye sono stati una parentesi che non è mai appartenuta all’ex frontman degli Oasis che invece in questo disco finalmente si mette alla prova e si denuda dinanzi al mondo intero.

Come Back To Me è quasi una preghiera al fratello che sembra dire “ehi torna da me e rimettiamo in piedi quello che eravamo” mentre nella finale I’ve All I Need ammette di stare bene così e si lascia tutto alle spalle (“There’s no time for looking back, Thanks for all your support, Slow down, All things must pass, Take your time, Know the score”).

Liam si è esibito sulla terrazza di Piazza Duomo con un’intensa versione di Wonderwall mentre suo fratello Noel sarà in concerto ad aprile 2018.

Liam Gallagher arriva finalmente a una maturità artistica degna del suo nome e spinge il play su quell’invito all’azione che è stato in disuso per troppi anni.

Liam, Noel, dai, però ora fate pace…

VOTO: 7

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.