Ecco chi è Liberato – FOTO E VIDEO

Siamo stati al Mi Ami festival a Milano. E se ve lo state chiedendo, sì abbiamo visto Liberato.

Lo abbiamo visto in faccia, sentito cantare e visto ballare. Una maschera, tante maschere.
Immagini e video di Napoli ovunque, all’ingresso il merchandising in una bacinella con tanto di “Accattatev’ ‘ a magliett’ e’ Liberato”.
Dopo il live dei Baustelle sul palco Dr Martens cresce l’attesa per il fenomeno del 2017, la gente si raduna di fronte al main stage curiosa, stanca e ubriaca.

Ore 01.15 si spengono le luci, una scritta alle spalle della consolle chiama a gran luce il nome di Liberato. Eccolo, capelli corti, biondo ossigenato e con gli occhiali da sole.
È Dj Shablo (ha collaborato con Clementino e Club Dogo) ma che ci fa lì? È lui Liberato?
Dopo pochi minuti salgono sul palco una decina di persone con volti coperti e sciarpe del Napoli, uno solo al centro inizia a “cantare”. Eccolo è lui.
Luci basse ma il volto è chiaramente riconoscibile: Edoardo D’Erme alias Calcutta.
Allora Liberato è il cantante di Latina?
Pochi minuti dopo si svelano altri due volti a cantare le hit 9 maggio e Tu T’è Scurdat’ e Me: Priestess e IZI.

Liberato crew.jpg

Ma chi cazzo è Liberato?

Calcutta, IZI, Priestess e Dj Shablo ci hanno messo la faccia ma realmente chi sia l’artista napoletano non si sa.

Siamo sicuri di una cosa: Liberato è l’incontro tra la musica neomelodica e l’indie italiano, è un troll pazzesco che ha conquistato tutti da Napoli a Milano, ci ha messo in ginocchio di fronte alla musica “napoletana”, che tutti odiano e di cui tutti ridono ma che ora, in qualche modo, tutti ascoltano.

 

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.