SCOTT BRADLEE’S POSTMODERN JUKEBOX: DUE DATE IN ITALIA

Gli Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox, o semplicemente PMJ, definiti da Buffalo News letteralmente un successo postmoderno perché capaci di estendere il proprio successo in rete nel mondo reale, viaggiando e esibendosi in tutto il mondo per una fan base in continua crescita.  I PJM sono un collettivo di performer, circa 70 membri nel cast in rotazione, che ha trascorso gli ultimi anni raggiungendo un successo dopo l’altro: vantano quasi 500 milioni di visualizzazioni su Youtube e 2 milioni di iscritti al loro canale grazie alle loro performance su Good Morning America, sono in cima alle chart di iTunes e Billboard e si esibiscono in centinaia di show in tutto il mondo.

scott.jpg

Il segreto del loro successo sta nel loro stile molto particolare dato dal tocco vintage che aggiungono al pop moderno. I Postmodern Jukebox prendono le hit del momento e le re-immaginano re-arrangiandole come se provenissero da epoche precedenti. È così che per loro We can’t stop di Miley Cyrus è diventato un brano doo-wop da 15,8 milioni di visualizzazioni e Creep dei Radiohead  una ballad da 19,5 milioni di visualizzazioni e uno dei migliori video di cover del 2015 per People.

Postmodern Jukebox è  un vero colosso che continua a creare nuovi arrangiamenti e show ogni volta diversi con cast di eccezione ad ogni tour, in cui si affiancano nomi di rilievo a talentuosi emergenti. La swing band americana è una forza della natura che sforna ogni settimana un nuovo video incollando la loro fan base ai loro canali social. L’obiettivo delle performance dei Postmodern Jukebox è creare esperienze uniche per i fan, farli fuggire dalla realtà e trascinarli in un sensazionale party anni ’20 in stile Grande Gatsby o nelle esibizioni anni ’40 di Frank Sinatra.

Le date:
– 02 luglio Anfiteatro Camerini – Piazzola sul Brenta (PD)
– 10 luglio Teatro Romano – Fiesole (FI)

Organizza Barley Arts Promotion.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.