I Foo Fighters annunciano i primi concerti senza Taylor Hawkins

Dave Grohl dei Foo Fighters - Foto Wikipedia
Dave Grohl dei Foo Fighters – Foto Wikipedia

I Foo Fighters continueranno la loro carriera anche senza Taylor Hawkins. Lo avevano preannunciato in un post sui social e ora mantengono la promessa. La band guidata da Dave Grohl, orfana dell’originale batterista morto per overdose in una camera d’albergo di Bogotà a marzo 2022, annuncia le prime date del tour che partirà nella primavera 2023.

Il gruppo di “Everlong” ha annunciato le prime date live negli Stati Uniti e si esibirà al Bonnaroo Festival in Tennessee (18 maggio), al Boston Calling in Massachusetts (26 maggio) e al Sonic Temple in Ohio (28 maggio).

Il Post sui Social

“Mentre diciamo addio al più difficile e tragico anno che la nostra band abbia mai conosciuto, ci viene in mente quanto siamo riconoscenti per le persone che abbiamo amato e amiamo e per le persone care che non sono più con noi”, hanno scritto i Foo Fighters sui social.

Poi il gruppo continua: “I Foo Fighters si sono formati 27 anni fa per rappresentare il potere curativo della musica e la vita che va avanti. Negli ultimi 27 anni i nostri fan hanno costruito una comunità mondiale, un devoto sistema di supporto che ci ha aiutato a superare insieme i momenti più bui. Un luogo dove condividere la nostra gioia e il nostro dolore, le nostre speranze e le nostre paure, e dove unirci in un coro di vita insieme attraverso la musica. Senza Taylor non saremmo mai diventati la band che eravamo – e senza Taylor sappiamo che saremo in futuro una band diversa. Sappiamo che voi fan avevate un grande significato per Taylor, tanto quanto lui per voi. E sappiamo che quando ci rivedremo, e ci rivedremo presto, lui sarà con lo spirito insieme a noi ogni notte!”.

Il Nuovo Batterista dei Foo Fighters

Dopo la prematura morte di Taylor Hawkins, avvenuta mentre era in tour con la band per un’overdose in una camera d’albergo di Bogotà, Colombia, i Foos hanno deciso di continuare il loro percorso artistico senza di lui.

Durante il concerto-tributo tenuto il 3 settembre 2022 allo Stadio di Wembley, Londra, Shane Hawkins, figlio sedicenne di Taylor, si è seduto alla batteria per suonare “My Hero”, dedicata a suo padre. Difficilmente potrà diventare lui il nuovo batterista dei Foo Fighters, a causa della giovane età e della poca esperienza nei live.

Chi sarà allora il nuovo batterista dei Foo Fighters? I maggiori indiziati sono Rufus Taylor dei Darkness, figlio di Roger Taylor dei Queen, Matt Cameron, con Pearl Jam e Soundgarden, e Brad Wilk, batterista dei Rage Against The Machine. Altra teoria è che il nuovo batterista dei Foos potrebbe essere un turnista e quindi un artista non famoso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.