Site icon End Of a Century

Red Bull 64 Bars Live, l’omaggio del rap a Scampia: Video

Sabato 8 ottobre 2022 è andato in scena il primo Red Bull 64 Bars Live: l’evento unico nel suo genere dedicato al rap ha accolto 8500 spettatori registrando il sold-out in Piazza Ciro Esposito. Un omaggio unico a Scampia e a Napoli, un elogio alla parola e alla musica per uno speciale show inedito che ha visto protagonisti Ernia, Fabri Fibra, Geolier, Guè, Madame e Marracash e Dj TY1. 

Per la prima volta Red Bull 64 Bars ha preso vita nelle strade, dal vivo davanti ad un grande pubblico per tornare all’origine del rap: non un classico concerto ma un evento fuori dagli schemi mai visto prima per la sua forma e originalità, uno show imperdibile concepito in un modo non convenzionale. Gli artisti, sullo sfondo di una scenografia spettacolare a 360 gradi, si sono esibiti su più palchi in una scaletta ricca di momenti unici e sorprese, portando dal vivo brani tratti dai loro singoli Red Bull 64 Bars, oltre alle tracce del proprio repertorio in una maratona lirica di parole, musica e beat.

Leggi anche: Mondo Marcio, il ritorno “Magico” del rapper milanese

Sul Palco di Red Bull 64 Bars Live

La struttura dello show che si è sviluppata su un palco centrale e le due grandinate laterali della piazza ha permesso agli spettatori di vivere un’esperienza unica nel mondo delle liriche e delle sonorità di Red Bull 64 Bars Live. La scelta di Scampia non è casuale; in apertura sono stati infatti coinvolti artisti locali, che si sono alternati sullo stesso palco dei main act. HellHeaven11 ha aperto l’evento con un DJ set pieno di energia, DipintoPlugNeves17 si sono esibiti scaldando il pubblico con tre performance incredibili. Poi è stata la volta di Wad, speaker di Radio Deejay e M2O e host ufficiale del pre-show. Subito dopo il turno di due talenti della nuova scena napoletana, J Lord Vettosi.

È poi dj TY1 ad aprire lo show e dare il benvenuto alla piazza. Dopo il conto alla rovescia, il primo a salire sul palco è Ernia. Dopo di lui Madame, Fabri Fibra, Guè, Marracash: ciascuno porta sul palco il suo Red Bull 64 Bars, e alcuni dei più grandi successi che ci hanno regalato negli ultimi anni. Tocca poi a Geolier, padrone di casa, che manda in visibilio la folla. Dopo di lui, tornano sul palco tutti i protagonisti dello show, per una chain di hit – da “Infinity Love” a “L’anima”, da “Non me ne frega un cazzo” a “Blitz”.  E poi il gran finale: Geolier e la sua “Pe’ Secondigliano” a omaggiare la piazza. Una conclusione d’impatto, che lascia il segno su un luogo importantissimo per il rap italiano.

Con la direzione creativa di Carlo Pastore, Red Bull 64 Bars Live ha portato a Napoli un’ondata di rap, per un appuntamento destinato a lasciare un segno indelebile nella memoria del pubblico. L’evento è stato inserito nel programma di “Napoli, Città della Musica”, progetto del Comune di Napoli volto a valorizzare i talenti che animano la città, mettere a sistema, e internazionalizzare la creatività musicale partenopea. Maggiori informazioni su http://redbull.com/64bars

Exit mobile version