Site icon End Of a Century

Ben Harper & The Innocent Criminals a Roma: da Muhammad Ali all’elaborazione del lutto

Ben Harper & The Innocent Criminals @ Auditorium PDM Roma - © Fondazione Musica per Roma / Musacchio, Ianniello, Pasqualini, Fucilla
Ben Harper & The Innocent Criminals @ Auditorium PDM Roma – © Fondazione Musica per Roma / Musacchio, Ianniello, Pasqualini, Fucilla

Ben Harper & The Innocent Criminals sono passati da Roma, Auditorium Parco della Musica, per presentare il nuovo album “Bloodline Maintenance”: il racconto del concerto!

Con 9 date estive in Italia, Ben Harper è tornato in concerto a Roma, nella splendida cornice della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica per presentare i brani del nuovo album “Bloodline Maintenance” e il suo repertorio trentennale: da “Diamonds On The Inside” a “Waiting On An Angel”. Il cantautore di Pomona, California, torna sul palco con gli Innocent Criminals per il primo tour senza il bassista Juan Nelson, morto il 9 giugno 2021.

Il Racconto del Concerto

Ore 21:35. Ben Harper accompagnato dai suoi Innocent Criminals – tra cui i membri storici Leon Mobley alle percussioni, Oliver Charles alla batteria e Jason Mozersky alla chitarra – fanno capolino sul palco della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma per la terza data italiana del tour di presentazione del nuovo album “Bloodline Maintenance” in cui elabora la morte del padre Leonard, dell’amico Juan Nelson e narra le vicissitudini della comunità afroamericana nei secoli – dalla schiavitù al Black Lives Matter. E proprio da quest’ultimo lavoro inizia lo show sulle note a cappella di “Below Sea Level” – dal disco suoneranno anche “We Need To Talk About It” e “Need To Know Basis”.

Il lungo viaggio di Harper a Roma, oltre 2 ore e 10, è un crescendo di suoni, voci e luci, dal blues al reggae, dal jazz al rock. L’esordio con <<Roma!>> porta il pubblico di un decennio indietro, a “Don’t Give Upon Me Now”, per continuare poi a ritroso nel tempo nelle atmosfere reggae – e luci giallorossoverdi – di “Jah Work” e “The Will To Live”. <<Vi amo ma vorrei prendere un momento per farvi apprezzare questi ragazzi. È molto più di una band>> e il cantautore di Pomona presenta i suoi ‘ragazzi’ che suonano insieme da quasi tre decenni e lo accompagnano da “Fight For Your Mind” del 1995.

Ben Harper & The Innocent Criminals @ Auditorium PDM Roma – © Fondazione Musica per Roma / Musacchio, Ianniello, Pasqualini, Fucilla

Arriva l’ora della lap steel guitar. Seduto su una sedia di legno, Ben regala “Lebanon” e “Inland Empire” (estratte dal disco strumentale del 2020 “Winter Is For Lovers”), seguito dalle versioni acustiche di “Waiting On An Angel” e “I Shall Not Walk Alone”. Tornano gli Innocent Criminals per “Diamonds On The Inside” – Harper prova a cantare senza microfono ma il frastuono delle voci del pubblico è troppo grande – mentre “Amen Omen”, con una lunghissima coda, porta il gruppo dietro le quinte per una breve pausa. Rimangono due brani prima della chiusura: “Better Way” e “With My Own Two Hands”.

<<Grazie per ascoltare la musica, grazie per averci portato nella più bella notte della nostra vita. Vi amo. Grazie per averci fatto viaggiare in questa meravigliosa città>>. Non poteva finire il concerto prima di un doppio bis: “She’s Only Happy In The Sun” anticipa gli abbracci di “Forever”. <<Per sempre grazie, ci vediamo presto>>.

La Scaletta di Ben Harper & The Innocent Criminals a Roma

  1. Below Sea Level
  2. Burn to Shine
  3. Don’t Give Up on Me Now
  4. Jah Work
  5. The Will to Live
  6. Steal My Kisses
  7. Need to Know Basis
  8. Burn One Down
  9. We Need to Talk About It
  10. Faded / The Ocean
  11. Lebanon
  12. Inland Empire
  13. Waiting on an Angel
  14. I Shall Not Walk Alone
  15. Diamonds on the Inside
  16. How Dark Is Gone
  17. Finding Our Way
  18. Amen Omen
  19. Better Way
  20. With My Own Two Hands
  21. She’s Only Happy in the Sun
  22. Forever
Exit mobile version