Foo Fighters, nei cinema dal 23 al 29 giugno il film horror “Studio 666”

"Studio 666" è il film dei Foo Fighters nei cinema
Dave Grohl – Foto di Andrew Stuart / Open Road Films

Arriverà nei cinema italiani solo per una settimana, dal 23 al 29 giugno, “Studio 666”l’horror comedy dei Foo Fighters basato su una storia di Dave Grohl, con la sceneggiatura di Jeff Buhler e Rebecca Hughes e con la regia di BJ McDonnell. L’elenco dei cinema è qui!

Leggi anche: “Medicine At Midnight”: la maledizione di chiamarsi Foo Fighters

In “Studio 666”, per registrare il tanto atteso decimo album, la leggendaria rock band dei Foo Fighters si trasferisce a Encino, in California, in una villa intrisa della macabra storia del rock and roll. Qui infatti, decenni prima, un rocker posseduto dal demonio si è spinto troppo oltre, entrando in contatto con forze oscure. Una volta giunto in quella casa, anche Dave Grohl si trova alle prese con il blocco dello scrittore e con forze soprannaturali che minacciano il completamento del disco e la stessa esistenza della band…  e così, tutti i Foo Fighters – il bassista Nate Mendel, il chitarrista Pat Smear, il batterista Taylor Hawkins, il chitarrista solista Chris Shiflett e il tastierista Rami Jaffee – cercheranno di fermare l’oscura maledizione che si sta abbattendo su Dave e su di loro…

Ad accompagnare il film, è uscito in digitale l’omonimo EP di debutto dei Dream Widow, il progetto di Dave Grohl e del chitarrista dei Fireball Ministry Jim Rota ispirato alla band metal al centro dell’horror-comedy.

La Trama di “Studio 666” dei Foo Fighters

La trama racconta dei Foo Fighters che decidono di registrare il loro nuovo album in una casa abbandonata della California. Qui il seminterrato custodisce resti di possessione occulta, un’eccitata vicina racconta una storia di demoni e musica, nel servizio di consegna a domicilio di cibo manca la salsa Ranch e… qui vive ancora una canzone maledetta. Cosa potrebbe mai andare storto? Parecchio, a quanto pare.

Più velocemente di quanto tu possa gridare “Run for your life”, un’ombra viene gettata sull’abilità di Dave Grohl al barbecue. Segue il blocco dello scrittore di Dave e la notizia che, decenni prima, un rocker posseduto si è spinto troppo oltre, entrando in contatto con forze oscure. E così, tutti i Foo Fighters cercheranno di fermare l’oscura maledizione che si sta abbattendo su Dave e su di loro.

La band, con 12 Grammy all’attivo, si trova in questa difficile situazione perché deve un disco al direttore della sua etichetta, Jeremy Shill (interpretato da Jeff Garlin, della sitcom TV Curb Your Enthusiasm), che è stufo di sentire che il nuovo album è “nelle loro teste” (anche se non così tanto nella testa di Rami). Shill li sistema in una casa con un’acustica eccezionale a Encino, nella San Fernando Valley di Los Angeles. La band vuole un posto in cui sentirsi come “quando gli Zeppelin andarono al castello con il Diavolo, i maghi e i draghi”, ma Shill non dice loro che la casa abbandonata da tempo nel 1993 è stata teatro di una furia distruttiva che ha portato alla morte della band “Dream Widow”. Dave lotta con il blocco dello scrittore, è ossessionato dallo scrivere una canzone che gli altri ragazzi sono sicuri sia fuori dal mondo, a causa della “raccapricciante vibrazione di morte” che sentono vivendo in quel luogo e anche per il fatto che Dave dice di aver bisogno di una “nota L diesis”. Ma poi il demone si impossessa di Dave… La canzone malvagia che cerca di emergere ha già mandato un musicista all’Inferno… i prossimi saranno i Foo Fighters?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.