Nathan Radovic scopre le sue origini più profonde nel nuovo singolo “Zagabria”

“Zagabria” è il nuovo singolo di Nathan Radovic, cantautore triestino di origini serbo-croate, in uscita venerdì 13 maggio, il pre-save è disponibile qui: https://nathanradovic.lnk.to/Zagabria_Pre

Leggi anche: Bluem, “Umma”: un viaggio sonoro ipnotico ricco di emozioni

Il cantautore già conosciuto come Neif mai come prima si mette a nudo, musicalmente e personalmente, riappropriandosi del proprio nome e creando un ponte tra passato e presente, tra le proprie radici e il suo personale percorso artistico. Nathan Radovic si presenta nuovamente al pubblico con “Zagabria”, una canzone nata dalla necessità dell’artista di scoprire le sue origini più remoteun viaggio esteriore accompagnato da uno interiore, essenziale per conoscersi e capirsi meglio.

“Zagabria è un viaggio verso una meta ma anche un viaggio dentro se stessi. Percorrere una strada, fare molti chilometri porta a pensare, magari ai propri sbagli – alle proprie colpe all’interno di una relazione. Ho voluto intitolarla “Zagabria” perché voglio scoprire le mie origini più profonde. Da una città di confine come Trieste (dove sono nato e cresciuto) ed una cosmopolita come quella di Londra e Milano (dove attualmente vivo) molte volte l’autenticità è ciò che ci distingue: sapere chi siamo, da dove proveniamo, le nostre radici stanno alla base del nostro essere più interiore. La nostra unicità e la nostra storia è ciò che ci distingue gli uni dagli altri, è bello poterla condividere”.

"Zagabria" è il nuovo brano di Nathan Radovic

Bio Nathan Radovic

Nathan Radovic è un cantautore triestino di origini serbo-croate. Dai film di Kusturica passando per i club d’Europa, trova l’ispirazione per la sua musica. Un filo rosso tra i Balcani e Milano, un ponte tra elettronica e musica popolare. Le diapositive dei suoi viaggi si intrecciano con drum machine, percussioni, canti popolari e sintetizzatori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.