Mission Diversity, al via il progetto per raggiungere l’uguaglianza di genere

Mission Diversity è il progetto realizzato da Music Innovation Hub insieme alla rete internazionale Keychange e a PRS Foundation, powered by YouTube e con l’adesione dei partner istituzionali ASviS, Italia Music Lab, UN – SDG Action Campaign e UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. Il progetto è legato ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile ONU, in particolare al Goal 5: raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze, per sostenere tutte le forme di diversità, e promuovere la parità di genere in particolare nel mondo dell’industria discografica e musicale.

Il progetto è al centro della Mission sociale di Aperol With Heroes, il festival che si terrà il 17 e 18 settembre all’Arena di Verona: i fondi raccolti serviranno alla realizzazione di almeno 6 progetti artistici provenienti da tutto il mondo, che vedranno protagoniste donne e minoranze di genere sottorappresentate. Saranno supportati progetti artistici e musicali originali e coerenti con la diversity e la gender equality, la chiamata è aperta a qualsiasi ente o organizzazione di livello locale, nazionale o internazionale, profit e non profit, che opera nel campo musicale.

Il lancio della call rientra nella Global Week to #Act4SDGs (17-28 settembre), ideata per guidare l’azione collettiva, in cui le Nazioni Unite insieme ai partner mobilitano le principali parti interessate di tutti i settori per guidare il cambiamento, ricordando ai leader mondiali che le persone di tutto il mondo si stanno solidalmente unendo per dimostrare che c’è speranza oltre la pandemia in vista di una ripresa sana, giusta e sostenibile. A valutare i progetti sarà un Comitato Internazionale di Valutazione (CIV) coordinato direttamente da Music Innovation Hub in collaborazione con i partner coinvolti.

<<La musica può rappresentare uno strumento chiave per promuovere un concetto di diversità non divisivo – dichiara Dino Lupelli General Manager di Music Innovation Hub – La rappresentazione della diversità, il suo racconto video e l’utilizzo stesso di termini e parole nei testi delle canzoni deve tener conto dell’urgenza sociale di unire tutti, riconoscendo nella diversità un valore>>.

Il programma si articolerà in 4 fasi: la call di lancio durante il Festival, la selezione dei primi progetti artistici da finanziare grazie all’evento e presentati al convegno sulla Diversity durante Linecheck 2021 a novembre a Milano, la fase di effettiva realizzazione dei progetti artistici e infine la presentazione e la conclusione dei lavori a maggio 2022, a Bonn, durante il più ampio incontro annuale delle Nazioni Unite sui 17 SDG.

<<L’obiettivo di trasformare l’industria musicale a livello internazionale rendendola più equa e aperta è ambizioso – dichiarano Alice Salvalai e Sarah Parisio, Project Manager di Keychange in Italiama progetti come Keychange e Mission Diversity, che mirano a dare maggiori opportunità professionali ad artist* e a professionist* della music industry e a dare visibilità alla diversità per renderla un valore sono in grado di fare la differenza>>.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.