Don Everly degli Everly Brothers è morto a 84 anni

Il pioniere del rock e del country americano Don Everly, fondatore del duo Everly Brothers insieme al fratello Phil (scomparso nel 2014), è morto all’età di 84 anni nella sua casa di Nashville.

Nel 1957 gli Everly Brothers pubblicano il primo omonimo album e la loro carriera influenza tante band anni ’60. Hanno ispirato i Beatles nel loro periodo rock’n’roll grazie anche al singolo “Bye Bye Love”. Nel 1973 Phil Everly rompe la sua chitarra e abbandona il palco nel mezzo di un concerto nel sud della California, lasciando suo fratello Don a terminare il concerto da solo, sancendo lo scioglimento degli Everly Brothers.

Nel 1983 si riuniscono grazie a Paul McCartney, che scrive per loro “On the Wings of a Nightingale”: il disco diventa un piccolo successo che li riporta in classifica. Il loro concerto di reunion alla Royal Albert Hall di Londra diventa un CD mentre nel 1989 l’ultimo disco è “Some Hearts”. Tuttavia l’ultima registrazione come Everly Brothers risale al 1998 e si tratta di “Cold” dal musical “Whistle Down The Dinw” di Andrew Lloyd Webber e Jim Steinman.

I fratelli Everly sono stati coinvolti nel tour “Old Friends” di Simon & Garfunkel che li ha portati il 31 luglio 2004 ai Fori Imperiali di Roma di fronte a oltre mezzo milione di spettatori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.