Dall’adolescenza all’età adulta, Maggio torna nella sua Roma

Origini asiatiche, mamma e papà cinesi, ma Roberto He è romanissimo, del quartiere Casalotti. Tre anni di vita e lavoro a Milano non hanno intaccato per niente il suo accento ma anzi Maggio, questo il suo nome d’arte, segue la moda e fa rap, urban e emo-trap, parte della crew Klen Sheet. Sabato 24 luglio sarà sul palco dello Spring Attitude presenta Genera al Teatro India di Roma con Tatum Rush, Memento, Gbresci, Studio Murena e Blckebyqui l’evento.

Dall’adolescenza all’età adulta, Maggio scrive e trova uno specchio in cui guardarsi negli occhi, nel profondo, e crescere: uno specchio chiamato Ken Sheet, il nome del cane scomparso di Roberto ma anche la sua squadra di amici, un collettivo di artisti composto da Tanca, Ngawa, P Lo Bro, RatemaJca e Monoryth. Il trasferimento nella metropoli milanese non ha intaccato il suo accento romano e nemmeno la doppia faccia che solo Roma sa regalare ai suoi figli: bellezza e disagio, spesso rappresentate nelle canzoni di Maggio.

Proprio tra i grattacieli lombardi conosce il producer Tanca con cui inizia a lavorare: nasce così il primo EP “Manuale Di Sopravvivenza Per Fiati Corti” con la partecipazione allo sviluppo intero della famiglia estesa di Klen Sheet. Maggio lavora anche nella moda come si evince dai colori sgargianti che spesso indossa. Grazie a “Raffreddore” entra nella famiglia Asian Fake, cui segue “Latte Versato”, entrambi estratti dall’EP “I Nostri Fallimenti” uscito nel novembre 2019.

Ora, nel 2021, è arrivata l’ora del grande salto, della prima grande prova d’artista: è uscito il 7 maggio 2021 “Nel Mentre (Lato A)”, primo album di Maggio in cui le incertezze prendono forma e si razionalizzano grazie a produzioni più mature e featuring che non lasciano nulla al caso: Tanca, Super, Talpah, Golden Years e Giumo. Un lavoro che altro non è che <<un’indagine intima su ciò che ho voluto analizzare in questo anno trascorso>>, un anno in cui Maggio si è addentrato sotto più punti di vista – sonori e mentali – in una nuova quotidianità.

Maggio osserva così i cambiamenti e le conseguenze di un periodo che dà e toglie cose e lascia spazio ad altro in un vortice di incertezza ponendo al centro la singolarità dell’uomo e del pensiero. Il cantante ha voluto a tutti i costi <<provare a mettere in ordine i pezzi per capire com’è che si resta a galla prima, com’è che si cresce poi>>. Il disco è stato anticipato dal singolo “Ora Vorrei”, il video è diretto da Erica Bellucci & Lorenzo Silano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.