E.B.U. e Keychange stringono un accordo storico sulla parità di genere

EBU – European Broadcasting Union – di cui fa parte anche la Rai, insieme ai maggiori broadcaster pubblici e privati europei e mondiali, ha aderito ufficialmente a Keychange il più ampio programma al mondo sulla parità di genere nell’industria musicale, di cui Music Innovation Hub è socio promotore e nel consiglio direttivo del board per l’Italia.

Ad oggi sono così 500 le organizzazioni che a livello globale hanno firmato il patto di Keychange, impegnandosi a garantire la rappresentanza di almeno il 50% di donne e minoranze di genere nel proprio ambito lavorativo. Tra le altre realtà italiane unite al movimento, ci sono FIMI, Electropark, Victoria Music, Espresso Studio, Futura 1993, Oyez!, Noox Management, Locus Festival, Indiegeno, Butik, SheTechItaly e We Reading.

Margherita Vicario, ambassador italiana di Keychange afferma <<La storia ci dice tutto ciò che stiamo vivendo oggi. Da un punto di vista sociale e politico, la nostra storia è molto recente, per cui è obbligatorio dare un contributo. La cosa importante è farlo tutti insieme, uomini e donne. La cosa più importante? Aumentare la partecipazione; gli artisti poi faranno il resto. Una persona ha bisogno di partecipazione, di numeri, di percentuali per iniziare una rivoluzione. Le emozioni e l’irrazionalità hanno un ruolo incredibile nel nostro lavoro. Sul palco non c’è bisogno di spiegare i concetti, perché diventano tangibili>>. La voce di “Bingo” invita le nuove generazioni ad unirsi al programma su keychange.eu.

Dino Lupelli, General Manager di Music Innovation Hub, dichiara: <<Siamo orgogliosi di rappresentare in Italia questo movimento che ogni giorno trova nuovi sostenitori. Il dibattito sulla parità di genere è quotidiano ed è anzi giunta l’ora di parlare di intersezionalità, vera frontiera di una piena valorizzazione delle diversità e di lotta alle discriminazioni di qualunque tipo>>. Keychange si è inoltre alleato con la United Nations Sustainable Development Goals Action Campaign e il 17 luglio, in collaborazione con Music Innovation Hub, si realizzerà l’evento Play:fair, a cui prenderà parte anche l’ambassador di Keychange Samsaya, per sancire nuovi standard per un futuro sostenibile nell’industria musicale.

La coordinatrice dell’accordo Keychange, Francine Gorman afferma: <<Tenendo il focus della conversazione sui settori musicali, noi sfidiamo l’industria musicale ad assumersi la responsabilità per la diseguaglianza esistente e introdurre dei cambiamenti per raggiungere un’industria più rappresentativa nel futuro. Keychange crea strutture innovative in cui le donne e minoranze di genere siano rappresentate ad ogni livello e in ogni area dell’industria musicale, per assicurare che ogni decisione venga presa tenendo conto del genere. Le implicazioni sono enormi e varie. Attraverso azioni positive cumulative e sostenute, Keychange e i firmatari del patto influenzano un cambiamento positivo che porta a dei rinnovamenti culturali e infine di sistema. In questo momento, l’industria musicale è in una traiettoria ascendente di cambiamento positivo, ma c’è ancora molto lavoro da fare per raggiungere un cambiamento culturale>>.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.