A 12 anni dalla morte non dimentichiamo il Re del Pop Michael Jackson

Il 25 giugno 2009 è una data che tutti noi figli del Pop abbiamo tatuata sulla pelle perché il King of Pop Michael Jackson moriva e non lasciava alcun erede. Né naturale né musicale. A 50 anni il cantante e ballerino statunitense soffriva di vitiligine, alopecia ed è morto improvvisamente a 18 giorni dall’inizio dei concerti di Londra mentre era in una villa in affitto a Holmby Hills a Los Angeles.

Michael Jackson morì a causa di un arresto cardiaco in seguito a un’intossicazione acuta da propofol, un potente anestetico somministratogli dal medico Conrad Murray. Negli ultimi anni di vita la voce di “Beat It” e “Smooth Criminal” soffriva d’insonnia cronica e alcuni medici gli somministrarono questo anestetico per tentare di farlo riposare.

La morte di Michael Jackson è stata definita “l’evento mediatico più grande di sempre” e noi vogliamo ricordarlo così!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.