Matteo Cappella: “Introdacqua Un Omaggio Alle Comunità Appenniniche”

Matteo Cappella presenta “Introdacqua”, il suo secondo context album composto da 8 brani in uscita il 18 giugno. Il nuovo paesaggio d’autore scorre attraverso i suoni e le storie raccolte tra i vicoli e le campagne dell’Appennino centrale, nel cuore dell’Italia. Il pre-order è qui: http://bit.ly/Introdacqua_presave.

Partendo da Bellegra, terra d’origine dell’artista, l’album svela gli affetti e i difetti di un antico paese. “Introdacqua” riconduce alle atmosfere più intime e familiari, è la <<un omaggio alle comunità appenniniche legate da catene montuose e aria leggera>>. Matteo prende in prestito il nome da Introdacqua, <<un piccolo comune in provincia dell’Aquila, nella Valle Peligna, che ho scoperto grazie agli amici introdacquesi Simone Colasante e Daniele Quaglieri, musicisti a me cari>>.

“I suoni che compongono l’album partono dal corpo, dalla voce, dal legno, strumenti acustici e field recording, per arrivare alle nuove tecnologie digitali. Con questo secondo paesaggio si completa la mia storia pendolare tra l’Appennino e la città. Racconto in musica di un’Italia divisa, non tra nord e sud, ma tra metropoli e piccoli comuni. “Introdacqua” è tornare a casa con una musica nuova e sentire che “nella gente, nelle piante, nella terra, c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”

L’album – anticipato dal singolo “Riflessi” – è stato registrato e mixato presso il Pratarone Studio, una vera e propria “oasi” musicale immersa nella campagna del comune di Cave (Roma) con Luca Mazzenga, fonico e amico del cantautore, per poi essere completato dal mastering di Axel Ferrari, collaboratore del Pratarone Studio. I musicisti che hanno partecipato alla registrazione dell’album sono Giuseppe Di Pasqua al basso insieme a Daniele Quaglieri alla batteriae Simone Colasante alle tastiere, questi ultimi entrambi provenienti da Introdacqua, comune abruzzese in provincia dell’Aquila al quale verrà intitolato l’album. A completare il lavoro in studio sono Luca Del Rosso e Alessandro Cardinale. Gli arrangiamenti di “Principio” e “Lillo” sono stati curati insieme a Gabriele Ceccarelli, mentre “Riflessi” è stato arrangiato con Mattia Deriu, il quale incide anche le tastiere del brano. L’artwork dell’album è stato realizzato da Martina Alese, che ha creato illustrazioni, grafiche e fotografie per “Introdacqua”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.