“Introduzione Di Un’Isola” è il primo lavoro di Santimone

Francesca Giannella in arte Santimone pubblica oggi il suo primo lavoro, un EP dal titolo “Introduzione Di un’Isola”, prodotto da Giorgio Baù e distribuito da Artist First e composto da 5 brani sospesi tra cantautorato e pop.

La cantautrice milanese decide di comunicare il suo mondo interiore che, al pari delle stagioni, cambia colori, suoni e atmosfere.

Ascolta “Introduzione Di Un’Isola” di Santimone.

Track By track

“Nemmeno Puoi” è il primo estratto dall’EP di Santimone ed è il brano che apre il disco. È un brano che nasce durante un viaggio di ritorno. È la paura di rivelarsi, ma la voglia di scoprirsi. Parla del momento in cui due anime si incontrano e iniziano a conoscersi, racconta quella precisa fase in cui si ha paura di lasciarsi andare e di mettersi a nudo. 

“Milano blu” è stata scritta in un momento di cambiamento e incertezza che ha trovato rifugio nella stanza dei genitori dell’artista dove ha scritto questo brano di getto. Il brano parla della paura che tutto possa cambiare attorno a sé stessi e di non riuscire a stare al passo. 

“Di Bianco e di Blu” è stata scritta durante un periodo di rassegnazione. Descrive ciò che si prova nell’esatto momento in cui si realizza il vuoto che lascerà la fine di una relazione. 

“Dei tuoi riccioli” è il brano che prima degli altri ha preso forma. Parla della nostalgia di qualcosa che non potrà mai succedere, dell’intensità dei sentimenti di un amore inespresso che non vedrà mai la luce. 

Chiude il disco un brano strumentale che richiama l’elemento dell’acqua, simboleggiando così l’inesorabile scivolare via di tutti i sentimenti mescolati fino a qui. La dolcezza del brano accompagna l’ascoltatore verso uno stato di veglia come quando si capisce che ci si sta per svegliare da un momento all’altro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.