I Maximo Park nel caleidoscopico nuovo video “Child Of The Flatlands”

Maximo Park - Foto di Em Cole
Maximo Park – Foto di Em Cole

I Maximo Park, dopo tre anni di assenza di assenza, condividono il video del nuovo singolo “Child of The Flatlands” creato dal designer sperimentale e video artista Greg Hodgson, già collaboratore di Daniel Avery.

“Child Of The Flatlands” è una riflessione geografica e psicologica sulla relazione tra ambienti urbani e natura. Paul Smith evoca i luoghi che hanno avuto un forte significato durante la sua gioventù e afferma:

“Child Of The Flatlands è uno sguardo affettuoso agli spazi ai confini della città in cui sono cresciuto, sia dal punto di vista fisico che psichico, il tutto enfatizzato da immagini della Gran Bretagna moderna viste da una collina lontana. La canzone parla dell’inevitabilità della natura (in tutti i sensi della parola) sull’ordine che cerchiamo di dare. I ritornelli quieti e malinconici lamentano la perdita di spazi comuni per gli emarginati, e il ritmo in generale vuole evocare una lunga camminata, unendo suoni trovati, archi e un piano costante per creare un’odissea pop dolcemente psichedelica.

Abbiamo chiesto a Greg Hodgson di rendere la sfocatura distorta della giovinezza attraverso il suo obiettivo VHS e di creare una visione onirica di Teesside che riflettesse la natura episodica della musica. Speriamo che gli spettatori riconoscano qualcosa della loro giovinezza passata giocando in luoghi in cui la natura invade il paesaggio urbano.”

Guarda il video di “Child Of The Flatlands” dei Maximo Park.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.