Jack Sherman, chitarra dei Red Hot Chili Peppers, è morto a 64 anni

Jack Sherman, chitarrista dei Red Hot Chili Peppers, è morto a 64 anni. Il musicista è entrato a far parte della formazione funky nel 1983 rimpiazzando Hillel Slovak e suonando nel primo, omonimo disco della band datato 1984 e durante il primo tour negli Stati Uniti.

Co-scrittore di alcune canzoni di “Frikey Styley” del 1985, Sherman lasciò poi la band per incomprensioni con Anthony Kiedis. Nel 1988 partecipò ai brani “Higher Ground” e “Good Time Boys” presenti nel disco “Mother’s Milk” (1989), il primo con John Frusciante alla chitarra.

Durante la sua carriera Jack Sherman ha collaborato anche con Bob Dylan, Barry Goldberg, George Clinton, Charlie Sexton, Peter Case, John Hiatt, Gerry Goffin e Tonio K.

“Era un ragazzo unico e lo ringraziamo per tutti i momenti buoni, cattivi e intermedi”, così la band che sarà al Firenze Rocks 2021 saluta il suo chitarrista sui social.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.