18 anni senza Layne Staley

Il 5 aprile 2002 moriva Layne Staley, voce degli Alice In Chains

Sono già passati 18 anni dalla scomparsa di una delle più grandi e iconiche voci del grunge, Layne Staley, voce degli Alice In Chains, è morto il 5 aprile 2002 a causa di una speedball, mistura micidiale di droghe.

Nel 1989 insieme a Jerry Cantrell, Mike Starr e Sean Kinney firmarono con la Columbia Records: ecco la nascita ufficiale degli Alice In Chains.
La band pubblicò 3 album (“Facelift”, “Dirt” e “Alice In Chains”), 2 EP (“Sap” e “Jar Of Flies”) e un “Unplugged” che rappresenta una delle ultime apparizioni in pubblico del cantante.

Alice In Chains

Gli anni del successo degli Alice In Chains rappresentano per Layne il periodo più difficile rappresentato dal baratro dell’eroina. Nel 1995 pubblicò “Above” con i Mad Season, side project insieme a Mike McCready (Pearl Jam), Mark Lanegan (Screaming Trees) e John Baker Saunders (The Walkabouts).

Nello stesso giorno della morte di Kurt Cobain ma 8 anni dopo si spense Layne Staley, tormentata voce di una generazione che non esiste più.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.