Bjork, paesaggio digitale islandese in “Vulnicura VR”

Bjork e l'esperienza di gaming in "Vulnicura VR"

Björk ha pubblicato “Vulnicura VR”, l’album del 2015 in una nuova edizione in realtà virtuale tramite Steam e Vive Port, piattaforme di gaming online. Nella nuova edizione sono presenti anche le opere in VR prodotte in occasione della Björk Digital Exhibition, la mostra che dal 2016 è esposta in tutto il mondo.

“Vulnicura VR” è un lungo viaggio iniziato quando Björk ed Andy Thomas Huang hanno cominciato a ragionare su come documentare “Stonemilker”, attraverso una serie di immagini girate con una camera a 360 gradi in una spiaggia in Islanda nel novembre del 2014. Dopo le prime entusiastiche reazioni di seguito ad un’esibizione dei filmati in uno dei negozi di dischi Rough Trade, Björk riceve l’invito per un’importante performance a Sydney nel 2016, a cui ne fanno seguito tante altre in tutto il mondo: da Tokyo a Londra, da Montreal a Los Angeles, Mosca, Barcellona, Buenos Aires, Bogota, Messico.

Bjork "Vulnicura VR"

Afferma Bjork:

“Io ho cercato di fare qualcosa di coraggioso e di sfruttare la tecnologia per il suono ed il video a 360 gradi. Quando Andy mi ha proposto di girare il video di “Stonemilker” sulla spiaggia, ha capito in pieno quanto soprattutto quel brano fosse fortemente connesso con la natura. Camminare sulla stessa spiaggia in cui ho scritto questo brano, girando un video a 360 gradi, mi è sembrato il modo migliore per omaggiare ed umilmente invitare gli ascoltatori ad immergersi nella mia musica.

Sono particolarmente legata a “Vulnicura”, è un album che sento nel cuore, è una parte di me ed è una sorpresa enorme vedere come ha potuto riprendere vita grazie all’utilizzo della tecnologia ed al supporto di persone che, come me, hanno fortemente creduto in questo progetto. Mentre “Biophilia” è stato educativo, con VR è stato completamente diverso, profondamente penetrante e metafisico, è una sorta di estensione del proprio corpo.”

I fan che proveranno l’esperienza di “Vulnicura VR” si sentiranno trasportati in un paesaggio digitale islandese, dove potranno sentirsi liberi di sperimentare e viaggiare in una ventosa spiaggia per una performance one-on-one con Björk.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.