Umbria Jazz 19: record di oltre 40.000 paganti, incasso 1 milione e 600mila euro

Umbria Jazz 2019, numeri da record

Sono numeri da record quelli di Umbria Jazz 2019: oltre 40.000 paganti con un incasso che ha superato 1 milione e 600.000 euro e boom del merchandising ufficiale con un incremento delle vendite del 40%.

Trecento eventi distribuiti su dieci giorni, per la maggior parte gratuiti e dodici diverse location per novantacinque band in cartellone con quasi cinquecento musicisti. Grande successo per la nuova location di Via della Viola: durante il giorno animata da centinaia di bambini, la sera e a tarda notte dalla musica delle jam con molti artisti graditissimi ospiti a sorpresa; torna San Francesco Al Prato, uno dei luoghi storici del festival.

Questa edizione ha inoltre visto l’inizio di un cammino, che porterà al 50esimo nel 2023, che la impegna nella difesa dell’ambiente con molte iniziative racchiuse nello slogan “Wake Up! Music will save the planet!”. Il Conad Jazz Contest è stato vinto dal Michelangelo Scandroglio Group.

Di assoluto rilievo anche i numeri del festival online: circa 200.000 utenti raggiunti al giorno su Facebook per un totale di oltre 1.500.000 di persone raggiunte. Oltre 2.000.000 di impressions totalizzate dai post pubblicati dall’account ufficiale di UJ su Facebook. Oltre 200.000 interazioni tra like, commenti e condivisioni. 232.548 visualizzazioni dei video per un totale 94.300 minuti guardati su Facebook (1.572 ore, l’equivalente di 65 giorni), 1.000.000 di impressions totalizzate su Instagram e oltre 100.000 visualizzazioni dei Tweet pubblicati.

Oltre 600.000 le pagine viste sul sito, in aumento rispetto all’anno scorso il numero di utenti che hanno visitato le pagine e il tempo trascorso a navigarle. Molto interesse da parte del pubblico radiofonico per gli speciali e le interviste realizzate in diretta da Perugia dalla radio ufficiale del  festival RTL 102.5.

Il festival chiude stasera con il concerto di Lauryn Hill e dà appuntamento a Umbria Jazz Winter#27 a Orvieto dal 28 dicembre 209 al 1° gennaio 2020.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.