Concerti, da oggi obbligatorio il biglietto nominale

Gli U2 ristampano "The Unforgettable Fire" e "How To Dismantle An Atomic Bomb"

Da oggi 1 luglio diventa obbligatorio il biglietto nominale per i concerti che presenteranno capienza più di 5000 persone (quindi palasport, arene, stadi e festival) e bisognerà mostrare la carta d’identità all’ingresso dei concerti. Chi acquista dovrà fornire nome, cognome, data e luogo di nascita al momento della prenotazione. La norma, voluta dal Movimento 5 Stelle, è volta a combattere il fenomeno del secondary ticketing.

Con questa normativa, inoltre, in caso di impedimento a partecipare all’evento, chi ha acquistato il biglietto potrà rimetterlo in vendita sulla piattaforma primaria pagando una piccola fee e sarà rimborsato una volta venduto. Sarà possibile anche cambiare nominativo con un’aggiunta monetaria e tutti i siti di secondary ticketing (come Viagogo) saranno oscurati secondo normativa vigente.

Secondo Assomusica e AGIS invece, il biglietto nominale rischia solamente di appesantire le tasche dei consumatori creando file più lunghe all’ingresso – questa la nota rilasciata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.