Premio Nazionale Città di Loano 2019: “Orfeo Incantastorie” è il miglior album

Raffaello Simeoni vince il miglior album "Orfeo Incantastorie" al Premio Nazionale Città di Loeano
Raffaello Simeoni – Foto di Roberto Bertolle

“Orfeo incantastorie” (Finisterre) di Raffaello Simeoni si aggiudica il Premio Nazionale Città di Loano per la Musica Tradizionale Italiana assegnato al Miglior Album del 2018. Il fondatore dei Novalia, a lungo con Ambrogio Sparagna nell’Orchestra Popolare Italiana vince l’edizione 2019, sul podio “Argento” di Riccardo Tesi e Banditaliana (Visage) e “Palma de Sols” di Mauro Palmas (Squilibri).

Da lunedì 22 luglio a venerdì 26 luglio, sotto la guida del direttore artistico Jacopo Tomatis, arriva l’edizione 2019 del Premio Nazionale della Città di Loano; nelle prossime settimane arriva il programma completo di concerti, incontri e produzioni originali.
Il Premio Giovani per il miglior disco under 35 con contributo IMAIE (Bando art. 7 2018 Musica Premi e Concorsi) è andato a “Biserta e altre storie” del Duo Bottasso con Simone Sims Longo (Visage) mentre il Premio alla Carriera e il Premio alla Realtà Culturale, rispettivamente ai piemontesi Tre Martelli e all’etichetta Finisterre di Erasmo Treglia.

LE MOTIVAZIONI

Premio Miglior Album al disco Orfeo incantastorie (Finisterre) di Raffaello Simeoni

“Ogni giorno cerco una luce, un’ombra e intreccio queste mie mani erranti prendendo dal mondo colori e melodie, li accosto fra loro, mescolo e compongo le tinte che si trasformano in storie, suoni e canti, ma anche rocce, alberi e animali fantastici.”

Premio Loano Giovani al disco “Biserta e altre storie” (Visage) di Duo Bottasso + Simone Sims Longo

Tutto è cominciato con un organetto diatonico e un violino, e con musiche da ballo delle valli occitane. Da allora, i fratelli Bottasso hanno studiato, suonato con musicisti di tutto il mondo, imparato tradizioni nuove, esteso in profondità il suono dei loro strumenti con l’elettronica, fino ad approdare a Biserta insieme al sound designer Simone Sims Longo.

Premio alla Carriera a Tre Martelli

Festeggiati i 40 anni di storia, gli alessandrini Tre Martelli continuano a portare in giro la musica del loro Piemonte con coerenza e stile senza chiudersi nel passato ma passando il testimone alla nuova generazione.

Premio alla Realtà Culturale a Finisterre

Erasmo Treglia con la sua Finisterre ha a lungo indagato i repertori del nomadismo, in Italia e in Europa con dischi, festival, seminari, rassegne, da Ambrogio Sparagna agli Acquaragia Drom, da BandAdriatica a Mimmo Epifani e Mario Incudine, fino alle nuove generazioni con i Dahlia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.