Keith Flint si è suicidato: era depresso per il divorzio con la moglie

Keith Flint si è suicidato, era depresso dopo la separazione con la moglie

Keith Flint, voce della band anni ’90 The Prodigy, è morto il 4 marzo 2019 a 49 anni. Secondo le parole della band sui social il cantante pare si sia suicidato ma non si hanno ulteriori notizie in merito. È stato trovato senza vita nella sua villa di campagna nell’Essex, casa che fino a poco tempo prima condivideva con la moglie dj giapponese Mayumi Kai.

Secondo quanto riportato dal Sun, la coppia, separata da tempo, stava per divorziare e perciò pare che il cantante avrebbe di lì a poco messo in vendita la villa e soffriva di depressione proprio a causa di questa situazione. Keith e Mayumi si sposarono nel 2006 e proprio la stessa dj salvò in passato il cantante dalla depressione.
Solamente un paio di giorni prima della morte, Flint era stato avvistato come partecipante ad una gara podistica, la Parkrun di Chelmsford dal giornalista Rob Hadgraft che lo ha visto in forma.

KEITH FLINT: TUTTI I TRIBUTI DEL MONDO DELLA MUSICA

I messaggi di Liam e e Maxim dei prodigy alla notizia della morte di Keith Flint, morto a 49 anni

Keith Flint lascia un’intero stato, la Gran Bretagna, a lui vicina e devota per la carriera con i Prodigy che ha rappresentato l’elettronica degli anni ’90 con album seminali come “Music For The Jilted Generation” e “The Fat Of The Land” e avrebbero dovuto partecipare a Glastonbury 2019.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.