Chiara Monaldi debutta con “Futuri Qualcosa”, uno sguardo al pop internazionale

Chiara Monaldi pubblica l'album d'esordio "Futuri Qualcosa" tra il cantautorato italiano e il pop internazionale

Chiara Monaldi – Foto di Giorgio Di Noto

Dopo “Compleanni” e “Ora Pura”, Chiara Monaldi pubblica oggi il suo album d’esordio “Futuri Qualcosa” prodotto da Fabio Grande e pubblicato da Bravo Dischi (Colombre, Joe Victor, Mai Stato Altrove).
Il disco sarà presentato dal vivo il 2 febbraio a Le Mura di Roma.

“Futuri Qualcosa” segue la parabola di un amore: l’incontro, la leggerezza, la distanza, le incomprensioni e poi il saluto. Le fasi dell’amore diventano un pretesto per capire a che punto si è nella propria vita rispetto a ciò che realmente si desidera.

"Futuri Qualcosa" è l'album di debutto di Chiara Monaldi per Bravo Dischi
Chiara Monaldi – Foto di Giorgio Di Noto

Così l’artista racconta il suo primo disco:

“Futuri Qualcosa nasce dalla collaborazione con Fabio Grande a cavallo tra l’inverno e la primavera del 2017. Il mio EP “Una Settimana Difficile” segnava il mio esordio alle prese con temi legati ai vent’anni, il rapporto con la crescita, il futuro, la mia città, Roma. Se nel primo lavoro anche i suoni sottolineavano questa fase acerba e diretta attraverso arrangiamenti essenziali tra chitarra elettrica e basso, il mio disco di debutto vuole rappresentare invece un passaggio definitivo alla maturazione artistica e personale”.

Ascolta “Futuri Qualcosa” di Chiara Monaldi.

Tra Mia Martini, Amy Winehouse, Adele, Tenco e l’R&B, “Futuri Qualcosa” unisce il cantautorato italiano e uno sguardo al pop internazionale, partendo da incertezze e paure cercando di disegnare un ritratto intimo e senza paura alcuna di guardarsi dentro, il tutto con Roma sullo sfondo.

cover copertina album Chiara Monaldi "Futuri Qualcosa"


Il disco mette in risalto la carica, la personalità e le mille sfumature di un’artista che rappresenta una concreta speranza per il panorama pop e cantautorale odierno grazie a brani rappresentativi come “Ogni Giorno Come Agosto” e “L’Attesa”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.