Prince, il rapporto tossicologico descrive una “dose eccessiva di Fentanyl”

prince-cause-morte-foto

Secondo un rapporto di tossicologia ottenuto dalla Associated Press, Prince aveva un livello “eccessivamente alto” di Fentanyl (oppiaceo antidolorifico usato dall’artista per i suoi dolori all’anca) al momento della sua morte. Gli esperti consultati da AP, che non sono stati coinvolti nelle indagini sulla morte del musicista, concordano sul fatto che l’alto livello di Fentanyl probabilmente lo ha ucciso.

Il dottor Lewis Nelson, presidente di medicina d’urgenza della Rutgers New Jersey Medical School, definì i livelli di antidolorifici nel sistema di Prince “una pistola fumante”. Lo screening tossicologico ha dichiarato che la concentrazione di Fentanyl nel sangue di Prince era di 67,8 microgrammi per litro e ha spiegato che il livello minimo assumibile è inferiore ai 3 microgrammi per litro.
Ecco cosa scrive Associated Press:

“Il rapporto dice che il livello di Fentanyl nel fegato di Prince era di 450 microgrammi per chilogrammo e si osserva che le concentrazioni epatiche sono superiori a 69 microgrammi per chilogrammo, sembrano quindi rappresentare casi di overdose o di tossicità fatale.”

Il dottor Charles McKay, presidente dell’American College of Medical Toxicology, ha detto in generale che i risultati suggeriscono che Prince ha preso il farmaco per via orale, mentre il Fentanyl nel sangue e nel fegato suggerisce che ha avuto il tempo di circolare prima di morire.
Prince è stato trovato privo di sensi in un ascensore nella sua tenuta di Paisley Park nell’aprile 2016 ed è stato dichiarato morto dopo diversi tentativi di rianimazione dai primi soccorritori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.