LUCA D’AVERSA: la recensione di “Fuori” (2018)

NOME

Luca D’Aversa

GENERE

Indie/Pop/Rock

ESORDIO

Luca D’Aversa (2013)

ULTIMO ALBUM

Fuori (2018)

COPERTINA

FUORI-cover-front.jpg

 

ELENCO CANZONI

Lasciati Sorprendere
Solo No
In Superficie
Voleranno Via
Non Voglio
Hai Visto Mai
Ora
Bisognerebbe
Le Stelle Rimbalzano

VIDEO/SINGOLI DALL’ALBUM


PUNTO DI VISTA

Luca D’Aversa è l’altra faccia di Roma, quella che con l’indie romano ha poco o niente a che fare, quello che va a braccetto con Niccolò Fabi più che con Calcutta.

Ispirato da sempre dalla Dave Matthews Band per la loro idea di mettere la chitarra al centro di tutto, Luca costruisce Fuori attorno allo strumento a sei corde come estensione delle sue braccia e traccia così le rime che circondano il suo universo cantautorale. La linea testuale italiana di Perturbazione e l’atmosfera dark dei Diaframma vengono fuori in brani più costruiti musicalmente come Ora mentre detta le sue regole di vita in Bisognerebbe.

Il cantautore romano torna dopo 5 anni dal disco d’esordio omonimo ed affina le sue tecniche. Il galateo musicale che Luca D’Aversa ha imparato in questi anni salta subito all’orecchio in brani che sembrano autobiografici come Le Stelle Rimbalzano e intenzionali in Lasciati Sorprendere. Fuori è il disco rock modificato geneticamente per essere ascoltato da ogni padiglione uditivo, da quello più esigente fino al più ingenuo: Fuori è il bivio della strada di campagna che ha portato Luca sulla strada di casa. O sulla strada di una nuova casa.

“Il Tempo Che Peggiora Non Ti Tocca, Il Tempo Passa Eppure Non Invecchia” e poi diventa la cura. Il tema del tempo, inteso come meteorologia ricorre spesso nelle parole di D’Aversa (Solo No, In Superficie) quasi a significare l’influenza delle “calamità naturali” sulle decisioni umane e sul percorso dello stesso cantautore.

Mare, vento, stelle, terra: i princìpi di Luca D’Aversa sono l’essenza stessa della Terra.

VOTO: 7

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.