Flea parla della sua dipendenza dalla droga: “La Tentazione è una Stronza”

flea-red-hot-chili-peppers-droga-oppio-foto

Flea, vero nome Michael Peter Balzary, ha parlato del suo periodo di dipendenza dalla droga durante tutto il suo periodo come bassista per i Red Hot Chili Peppers. Durante l’ultima uscita del Times della serie The Opioid Diaries, il musicista statunitense riflette candidamente sulla propria lotta contro l’abuso di droghe nel corso della sua trentennale carriera.

Ha iniziato piuttosto presto e poi continua:

“Ho iniziato a fumare erba quando avevo undici anni e poi ho continuato a sniffare, a farmi di hashish, crack e oppio nel periodo tra la mia adolescenza e i vent’anni”

RHCP.jpg

Mentre il musicista ha tagliato fuori la droga dalla sua vita all’età di 30 anni, si concentra sui modi in cui la dipendenza prevale attraverso una tentazione persistente anche decenni dopo. Lo dice chiaramente: “La tentazione è una stronza”. Ma tutte le crisi nazionali hanno un’origine sistemica e il bassista non fa mistero su come gli oppioidi abbiano contribuito direttamente ai più alti tassi di mortalità tra i giovani dal 1995 al culmine della crisi dell’HIV/AIDS (fine anni 90 circa). Per il musicista dei Peppers, l’impulso di usare antidolorifici e altri oppioidi è stato complicato dal fatto che i farmaci sono spesso prescritti da professionisti di fiducia – “Molti di quelli che soffrono oggi sono stati introdotti alla droga attraverso i loro fornitori di assistenza sanitaria”.

Flea crede che il problema istituzionale della dipendenza dalla medicina di prescrizione, e secondo lui ci vorrà un grande sforzo da parte della comunità medica e il governo federale per offrire aiuto a tutti coloro che ne hanno bisogno. Ma la vera guarigione inizia con l’apprezzare l’umanità nella sofferenza personale e così conclude:

Quello che ho imparato è essere sempre grato per il mio dolore, quella mentalità mi ha aiutato a stare lontano dalla tentazione delle droghe”.

Flea ha visto da vicino la morte del suo compagno di band Hillel Slovak, chitarrista dei Peppers negli anni 80, stroncato da un’overdose di eroina il 25 giugno del 1988.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.