Pistoia Blues 2018: il festival è a rischio

pistoia-blues-2018-edizione-a-rischio-foto

Il festival toscano Pistoia Blues rischia di non avere luogo la prossima estate, infatti il Comune non ha ancora trovato un promoter cui affidare l’organizzazione degli eventi per Pistoia Blues 2018.

La manifestazione che dal 1980 si svolge annualmente nella città toscana, ha ospitato negli anni artisti del calibro di John Lee Hooker, B.B. King, Fats Domino, Muddy Waters. Tra la fine degli anni 80 e il 2016 artisti di altri generi, non solo blues, si sono avvicendati sul palco del festival: Joe Satriani, Bob Dylan, Skunk Anansie, Beady Eye, Van Morrison, Lour Reed, David Bowie e italiani come Pino Daniele, Zucchero e Alex Britti.

Al band pubblico per l’edizione 2018 del Pistoia Blues, il Comune fa sapere che ha partecipato solamente la Event Beach srl, società di Alessandro Mazzucco, proprietario dello stabilimento balneare Ostras Beach di Focette, Lucca. Tuttavia il Consiglio Comunale afferma che l’offerta presentata da Mazzucco mancava di una dichiarazione contenente gli eventi da lui organizzati nell’ultimo quinquennio, del programma degli eventi per l’edizione 2018 di Pistoia Blues, il piano economico e il piano strutture.

Il Comune di Pistoia ha dovuto perciò annullare la proposta presentata dal patron di Event Beach srl in quanto non conforme al bando ed entro i prossimi giorni deciderà se dare luogo a un nuovo bando comunale oppure intavolare trattative riservate direttamente con i promoter nazionali o con privati.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.